Casale Luigi, il pittore delle prospettive concentriche

Casale Luigi è nato nel 1946 a Premosello in Provincia di Novara.

Nei primi anni “60” frequenta a Brescia il liceo artistico” Vincenzo Foppa “sotto la guida di valenti artisti bresciani e si diploma presso il Liceo artistico di Carrara nel 1964.

A Roma frequenta la Facoltà di Architettura, si trasferisce a Venezia, dove presso l’Accademia di Belle Arti frequenta alcuni corsi di Scuola libera di nudo. Qui viene a contatto con gli artisti Pizzinato, Santomaso e Fontana. A partire dal 1967 completa gli studi della Facoltà di Architettura di Venezia dove si laurea nel 1970 sotto la guida dell’ architetto Carlo Scarpa.

Conseguita l’abilitazione alla professione e all’ insegnamento di Disegno e Storia dell’ Arte, negli anni 1971-1974 insegna presso gli Istituti Statali d’Arte di Gargnano (BS) e di Guidizzolo (MN) con incarichi annuali di Geometria descrittiva e tecnologia dei materiali. Nel 1974 vince il concorso pubblico per architetto presso il Comune di Brescia dove opererà fino al 1997 partecipando alla redazione del nuovo PRG. con Leonardo Benevolo e assumendo numerosi incarichi di progettazione e direzione dei lavori nel Centro Storico.

L’ Attività artistica

Casale Luigi
Casale Luigi

A partire dagli anni “80”, Casale Luigi, in qualità di Ispettore all’Iconografia Urbana e poi come Dirigente Tecnico presso i CIVICI MUSEI d’ ARTE E STORIA di BRESCIA partecipa alla realizzazione di significativi progetti museografici e all’allestimento di Mostre d’Arte ed eventi di rilevanza regionale e nazionale occupandosi in particolare del restauro conservativo di numerosi edifici monumentali. Negli stessi anni riprende la sua attività pittorica con alcune mostre personali (Comune di Ghedi) e collettive a Brescia e Provincia.

Con il suo trasferimento in Puglia nel 2005 ha ripreso l’attività di architetto e di pittore.

Ad Ostuni come membro dell’Associazione Emilio Notte, e vice presidente dell’ Associazione Espressioni d’ Arte, Casale Luigi si cimenta in alcune mostre di pittura sia personali che collettive in Palazzo Tanzarella con il patrocinio del Comune di Ostuni e presso la Pinacoteca di Ceglie Messapica.

Negli anni 2007-2009 partecipa a mostre collettive con il patrocinio di numerosi Comuni nel territorio pugliese: Carovigno, Francavilla Fontana, Locorotondo, Brindisi, Ceglie Messapica, Taranto, Carosino, Gallipoli, Aradeo, Mesagne.

Nel 2010-2012 è presente in diverse mostre collettive; in particolare a Taranto presso la sede Comunale del salone degli Specchi e presso la Galleria d’Arte Agorà, a Teora (AV) presso la Pinacoteca Civica.

Nel 2012-2013 in collaborazione con l’Associazione GlobalArt di Bari ed Arteuropa di Avellino partecipa a Mostre a livello nazionale e precisamente: alla Reggia di Caserta, al castello di Termoli, al castello di Torre a Mare, a Piano di Sorrento (NA), al castello ducale di Bisaccia (AV ), a palazzo degli Imperiali (Francavilla Fontana), alla Galleria Cavallo (Savona), alla sede municipale di Pompei.

Sempre nel 2013 a Taranto presenta una mostra di personale presso la Galleria d’Arte ”Agorà”, riscuotendo un notevole successo con numerosi articoli sulla stampa locale ed un servizio su RAI 3 Regione. Nel 2014 espone in collaborazione con l’Associazione Arteuropa a Palazzo Nervegna a Brindisi una mostra di personale con notevole riscontro di pubblico e a Carovigno nel castello Dentice di Frasso con l’Università popolare di Carovigno.

Hanno scritto di lui:

Anna Iozzino (ex docente critica d’Arte di Roma) Eduardo Araujo (ex docente universitario ed artista brasiliano) Lucia Basile (giornalista e critica d’Arte di Taranto) Dino Del Vecchio (critico d’Arte di Monopoli ) Gianluca Marinelli ( Storico e critico D’Arte di Lecce) Giulio Marchioli (artista e architetto di Cisternino), Rossanna Mele (critico e storico dell’Arte di Bari), Alessandra Morucci (docente e critico d’arte di Brescia), Vinicio Coppola (giornalista e critico d’Arte di Bari).

Casale Luigi ha al suo attivo numerose pubblicazioni perlopiù a carattere scientifico e divulgativo.

Proiettive e volumetriche le simboliche “architetture” al centro della tela in esuberanti prospettive concentriche, fanno pensare alle reali megalopoli; nel connubio col paesaggio, ricomposte tra le stesure pittoriche, quelle forme nella realtà danno senso e ragione a uno dei più sentiti temi del nostro tempo. Sulle tracce del presente e col senso della natura perduta, in un gioco d’ombre e nel vortice delle correnti che si formano nelle regioni sotterranee nel profondo tenebroso abisso, al pari delle ideative “mega-architetture” catturate nel colore, in scure siluette nella trasparenza verde-azzurra in labili spessori nella vita sotterranea e in quel mare, le sue sagome pesce fanno sentire un senso di spaesamento e solitudine.

(Dino del Vecchio)

www.casaleluigi.it – luigicasle@libero.it
C.da Santa Caterina, sn Ostuni – Via A. Fusco, 21 – Roma
Cell. 333.4798784

Casale Luigi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *