Sbiroli Elisabetta

Sbiroli Elisabetta si forma come attrice con Orazio Costa e prosegue gli studi alla Civica Scuola d’Arte Drammatica « Paolo Grassi » di Milano, dove si diploma in regia teatrale.

Poi si trasferisce in Francia, dove frequenta i corsi dell’Istituto Internazionale della Marionetta di Charleville Mezières, fonda la compagnie Lalage, e lì lavora per venti anni come regista e attrice.

La presenza di grandi marionette diventa una cifra costante dei suoi spettacoli, permettendole di sperimentare l’interazione fra danza e teatro e investendo lo spazio urbano. Dal 2016 torna a vivere in Italia, in Puglia, dove collabora con varie compagnie e associazioni culturali.

Come regista, Elisabetta Sbiroli firma la regia di spettacoli ispirati da alcune grandi voci della letteratura contemporanea : Thomas Bernhard (1997 Une fête pour Boris), Rodolfo Wilcock (1999 L’abominable  femme des neiges), Georges Bataille (2000 Le mort), Edouard Bond (2000 Rouge noir et ignorant), Sarah Kane (2003 Manque), Fabrice Melquiot (2004 Perlino Comment), Rodrigo Garcia (2005 Vous êtes tous des fils de pute), Antonio Tarantino (2009 Vespro della Beata Vergine), Carol Vanni (2010 Le roi Nu), Mariana Giomi (2012 À corps perdu, 2013 Nuages) Guy Regis Jr (2014,Tendre).

Come attrice e danzatrice, Elisabetta Sbiroli lavora con Anna Marina Pleis (2002 Penthésiléa, di H.von Kleist) ; Alain Fourneau (nel 2006 Vagava, sola, nella casa, a partire da testi di Carlo Emilio Gadda  e nel 2007 Je voudrais être légère, di Elfriede Jelinek) : Raffaella Giordano ( 2007 Cuocere il mondo ) ; Karin Elmore (2008 Estrella salvaje) ; Licia Lanera (2017 Borderline).

(altre informazioni e immagini sul sito della compagnia Lalage : http://compagnie.lalage.free.fr)

Sbiroli Elisabetta
Tag:             

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *