Concorso Internazionale di Arti Visive “Trofeo Città Bianca” 3° edizione
Tema “La luna tra fascino mistero e scienza”.

Il Trofeo Città Bianca 3° edizione è giunto al termine dopo 4 giorni intensi di kermesse, ed io mi sento come se qualcuno mi avesse preso per mano e mi avesse portato per quattro giorni in un posto misterioso e ricco di emozioni.
Tra le opere viste alcune mi hanno forzato a riflettere sui nostri rapporti umani più profondi, altre hanno semplicemente lasciato che la mia immaginazione spiccasse il volo. Sono e siamo stati testimoni di un evento unico in questo meraviglioso mondo che è il mondo dell’Arte Visiva, Il Trofeo Città Bianca di Ostuni. Ho rivisto artisti di datata conoscenza ed artisti che si sono affacciati per la prima volta al nostro concorso. Ho conosciuto la dott.ssa Carmela Amati che insieme al prof. Mario Meo e al maestro fotografo Salvatore Valente hanno composto la commissione giudicatrice del settore Arte. Bellissimo l’incontro con Miguel Gomez che ci ha donato il racconto di un suo intimo pezzo di vita con forte valenza artistica, il melodioso suono del pianoforte del grande Ivano Barbiero, il dolce canto di Lucrezia Pacifico e la grande voce del Soprano Olena Talko accompagnata al pianoforte dalla pianista dell’Accademia della Scala di Milano Mari Miura, Donatello Pentassuglia ci ha fatto emozionare con la sua Sand Art e Giulio Marchioli con le poesie di Adriana Notte sua compagna. Tutto meraviglioso dalla presentazione di Lillo Zaccaria per l’inaugurazione a quella di Ferdinando Sallustio per il resto delle serate. Affascinante il discorso astronomico del prof. Dell’Atti Francesco e le interpretazioni del testo di Lilia Pacifico da parte del Gruppo “Area Futura“. Presenze significative anche con il Fuori Concorso con il maestro Emidio De Stefano e con l’amico Massimo Ricchiuto.
Vi auguro di tenere stretti a voi questi ricordi, questi personaggi, questa poesia che ogni sera si apriva sempre allo stesso mondo con la voce dello spazio captato dal satellite per omaggiare la Luna scenograficamente realizzata da Cosimo Roma e Lucia Cairo. L’Arte è condivisione, evoluzione, connessione, con noi e fra di noi.
La sera del 3 settembre è stata anche la serata delle vittorie, tanti i premiati e tantissime le belle opere presenti, però il vero vincitore è stato il numeroso pubblico che è stato presente ogni sera.
Quindi io vi voglio dire grazie, grazie a agli Sponsor, grazie all’Amministrazione, grazie agli Enti, grazie agli artisti e grazie al gruppo di lavoro che si prodigato nella realizzazione dell’evento.

La “Luna tra Fascino Mistero e Scienza” è stato il tema della terza edizione del Concorso Internazionale Trofeo Città Bianca 2019, manifestazione che si è svolta ad Ostuni dal 31 agosto al 3 settembre. L’evento è finalizzato a dare spazio e luce ai talenti emergenti in campo artistico e culturale, provenienti da ogni parte d’Italia e dall’estero.

Frutto della collaborazione tra l’Associazione Culturale “Espressioni d’ Arte” e Rassegna Italia s.a.s., patrocinato dal Comune di Ostuni, il concorso apre ogni anno nuovi scenari di riflessione sull’arte contemporanea nel territorio, attraverso le opere di giovani pittori, scultori e fotografi di qualsiasi nazionalità.

Al centro dell’obiettivo, quest’anno, è stata la luna, che gli artisti hanno celebrato evidenziando il profondo legame tra l’uomo e il nostro satellite.

Quattro le categorie in garapittura, scultura, grafica e fotografia  – in cui i partecipanti si sono cimentati, prima di passare sotto lo sguardo critico e attento della giuria, composta da affermati e riconosciuti esperti nel campo delle Arti plastiche e visive: il prof. Mario Meo, la dott.ssa Carmela Amati e il Maestro Salvatore Valente.

Il concorso rappresenta, da sempre, una preziosa occasione di visibilità per gli artisti che, per tutto il corso della manifestazione, possono esporre le proprie opere a pubblico. Tutti hanno ricevuto un attestato di partecipazione, mentre ai primi tre classificati è stato assegnato il diploma di partecipazione, la targa bronzea, argentata e dorata. Un premio in denaro sarà riconosciuto solo ai primi classificati per ognuna delle quattro categorie.

L’evento, trasmesso in diretta radio e Radiovisione per tutta la sua durata da Radiostuni, ha avuto inoltre momenti di musica e intrattenimento, alternati ad incontri culturali incentrati su tematiche artistiche e scientifiche, volti a stimolare la riflessione sull’Arte e la cultura nel panorama Internazionale.

Tutte le opere pervenute sono state esposte presso il chiostro di San Francesco ad Ostuni dal 31 agosto al 3 settembre, mentre la cerimonia di premiazione si è tenuta nella serata del 3 settembre alle ore 20,00.


Premiazione
Il 3 settembre 2019 si è concluso uno degli eventi più importanti di Espressioni D’Arte il Concorso Internazionale di Arti visive “Trofeo Città Bianca” 2019.
Il primo premio è consistito nel premio in denaro del valore di 250€ per ogni categoria , il Trofeo Città Bianca 2919, diploma di partecipazione, comunicato stampa sui giornali online sul giornale locale cartaceo Lo Scudo m, intervista radiofonica a cura di RadiOstuni, esposizione gratuita per una settimana nel palazzo Tanzarella ad Ostuni, scheda monografica dell’opera vincitrice con biografia dell’autore e relazione della giuria.
Qui di seguito sono riportate le prime vincitrici di ognuna delle tre categorie scultura fotografia pittura.

PRIMO POSTO SETTORE SCULTURA BITRITTO DAMIANO con l’opera ALZO LO SGUARDO.
L’essenzialità e la qualità plastica rendono la perfezione e la circolarità tipiche della luna.
PRIMO POSTO SETTORE FOTOGRAFIA FRANCESCO MELPIGNANO con L’opera MAGIC MOON.
Notevole la composizione di contrasto tra il soffitto Ostuni e la luna grande protagonista della scena
PRIMO POSTO SETTORE PITTURA MONNO BIAGIO IN ARTE TOY BLAISE con L’opera L’ETÀ DELLA DONNA NEL CICLO LUNARE.
La luna arcaicamente è la parte più naturale ed istintiva del femminino. La ciclicità è fonte di nascita e di morte. Le 3 età della vita sono il cammino naturale delle cose terrene. La tecnica utilizzata attraverso un materico-pittorico è testimone di grande validità creativa.
SECONDO vincitore settore pittura LUCIA CAIRO con L’opera DEA FASE.
La leggerezza, l’armonia, la tonalità dei colori rendono la figura femminile una novella Dea Madre che muove con ispirazione e delicatezza le falci della luna.
SECONDO VICITORE sezione FOTOGRAFIA GIUSEPPE LAPENNA con l’opera INTRECCI.
La luna si accende nello squarcio della natura producendo entusiasmo e meraviglia.
SECONDO VINCITORE sezione SCULTURA ROSSANNA DE MIN con l’opera A SPASSO SULLA LUNA.
Uno slancio tutto umano è la scalata che si ravvisa nella plasticità costruttiva dell’elemento artistico.
Terzo vincitore sezione Pittura è LEORIGILDO CAMASSA con l’opera LA LUNA…COMPAGNA DELLA VITA.
La solitudine della vita frutto di sofferenze, viene mediata dalla presenza costante e psicologica della luna. L’ambiente naturale nel quale ci si confonde con la natura si ricarica di quel sentimento di affetto per la stessa nella compostezza dei colori che essa emana.
Sezione Fotografia TERZO VINCITORE LUCIANO COMES con l’opera THE DARK SIDE OF THE MOON.
La bellezza del paesaggio è’ data dalla luce e il calore che emana la luna.
Sezione Scultura TERZO VINCITORE MADIA DANIELA MASSAGLI con l’opera LUNA MINERALE.
La circolarità della luna richiama la circolarità del tronco. La sua sezione ci indica l’età dell’albero attraverso i giri tracciati da piccole pietre colorate che impreziosiscono la materia lignea.

I Nostri Ricordi

« 2 di 3 »

Opere Fuori Concorso


Opere

« 1 di 2 »
Trofeo Città Bianca 3° Edizione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.